Indice del forum Psicolife
il forum ufficiale di

www.Psicolife.com

Ipnosi, psicologia e psicoterapia a firenze
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Psicocardiologia

 
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Disturbi Psicologici
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Dic 12, 2017 9:48 pm    Oggetto: Ads

Top
latham
Site Admin


Registrato: 19/02/06 19:53
Messaggi: 670

MessaggioInviato: Gio Mar 23, 2006 4:24 pm    Oggetto: Psicocardiologia Rispondi citando

Minia
Citazione:
Ciao, mi chiamo nevia e ho 24 anni. Ho avuto un'infanzia normale e da quando ho 10-11 anni mi sono accorta di avere talvolta dei battiti del cuore molto forti. Non me ne ero preoccupata....nel frattempo comparvero le prime crisi di panico...luoghi pieni di gente...i posti dove devi essere perfetta e a posto...insomma dove non ero a mio agio...mi estraniavo e cominciavo a sudare e a non mettere a fuoco niente attorno..paura e panico...voglia di fuggire. Col tempo ho imparato a conoscere e controllare questi sintomi...ora sono casi rarissimi ed in condizioni particolari e c'è sempre la consapevolezza che non mi può accadere nulla. Non sono questi ormai che mi spaventano....piano piano si è insinuato quel battito irregolare nella mia testa...al posto del panico vero e proprio...nei casi di forte stress la mia extrasistole si fa sentire forte e chiara...è appurato che sia un fatto puramente nervoso, è come se mi concentrassi dentro di me e avessi paura di quello che succede all'esterno. Ma è quello che è dentro di me a spaventarmi. Poi sono comparse le accelerazioni, tre anni fa, i periodi in cui sono agitata. Un po' di pressione alta ma niente di preoccupante...più sindrome da camice bianco. Ultimamente vere tachicardie indotte da me. Mi sveglio la notte sempre circa dopo 4 ore-4 ore e mezza che dormo lucidissima...un po' agitata...basta rigirarmi che il cuore inizia a correre...lì mi agito, respiro profondamente e sento che va ancora più veloce. Una notte delle prime che ero spaventatissima sono arrivata a 180 battiti. Questa notte per esempio ci ha provato ma ho mantenuto la calma...l'ho lasciato fare senza spaventarmi. Dopo una mezzoretta mi sono riaddormentata. Talvolta, quando mi alzo la mattina...per le prime due orette il mio cuore corre un po'...cerco di non farci caso ma non mi sottopongo a niente di stressante...fisso appuntamenti tardi ed evito di uscire presto. Il mio medico dice che sono troppo nervosa e che posso assumere quando so che sto per fare qualcosa che mi agita il pasaden. Insomma il battito del mio cuore è per me una piccola odiosa ossessione...un ticchettio che mi agita e che con la mia paura faccio oscillare. Ho paura di farmi del male da sola a lungo andare e vorrei riuscire a controllare anche questi sintomi ed a conviverci come ho fatto già col panico "classico". Inoltre tutto ciò mi ha provocato grande insicurezza...viaggiare per esempio è un problema, lavorare se non sono a mio agio (sono una decoratrice)...le mostre d'arte.
La cosa intralcia il lavoro e la mia vita di coppia. Devo proprio andare in anbalisi o col tempo convivrò con anche con questi problemi?
Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

_________________
Admin

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
latham
Site Admin


Registrato: 19/02/06 19:53
Messaggi: 670

MessaggioInviato: Gio Mar 23, 2006 4:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Il fatto che fai riferimento ad "extrasistole", "tachicardia" ecc. mi fa pensare che è gia stata esclusa una causalità organica. Se no, la si può escludere effettuando semplicemente un elettrocardiogramma.

La "componente cardiaca" à tra le più comuni nell'attacco di panico. Un organismo giovane ed in salute è in grado di sopportare certe tachicardie. Ma con il passare del tempo può insorgere un rischio cardiovascolare, specialmente se sono frequenti e prolungate; questo oltre all'effetto psicologico.

Potresti affrontare il problema da 2 punti di vista -comunque interconnessi:

1. Componente psicologica. Sarebbe opportuno un lavoro di psicoterapia per aiutarti ad affrontare/risolvere quest'ossessione. Un esercizio potrebbe consistere nell'"ignorare" il tuo cuore, e focalizzarti, invece su una parte del tuo corpo oppure un organo "simpatico; ad esempio: pensare ai polmoni e visualizzarli; poi pensare e visualizzare l'aria che si respira (ad esempio un gas blu limpido, un'onda del mare, un liquido cristallino ecc.); seguire mentalmente e lentamente il percorso dell'aria inspirata ed espirata.

2. Rilassamento fisico. Potresti informarti su varie tecniche di rilassamento e seglierne una che ti interessa; ad esempio: meditazione, meditazione trascendentale, yoga, training autogeno. Ricordati che nelle prime fasi del rilassamento è possibile che vi sia una tachicardia; ciò è del tutto normale.

ALTRI SUGGERIMENTI:

1. Tisana. Chiedere in erboristeria: fiori per infusione al 6%. ARANCIO, BIANCOSPINO, CAMOMILLA, MELISSA, PASSIFLORA, TIGLIO,TIMO, VERBENA ODOROSA. Bere 3 tazze di tisana al giorno per almeno 60 giorni.
(A. Formenti "Alimentazione e Fitoterapia")

2. Dietro all'attacco di panico si nasconde un'iperventilazione (errata respirazione) cronica. A tale proposito consiglio ATTACCO ALL'ASMA di R.M.Chicco, Editore Studio Blu International.
(Non badare al titolo!)

QUESTI CONSIGLI GENERALI POSSONO ESSERE UTILI PER TUTTI COLORO CHE SOFFRONO DI ATTACCHI DI PANICO.

IL MEDICO
_________________
Dr. ssa Fiamma Ferraro

_________________
Admin

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
latham
Site Admin


Registrato: 19/02/06 19:53
Messaggi: 670

MessaggioInviato: Gio Mar 23, 2006 4:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Minia
Citazione:
La ringrazio molto per gli utili consigli...
si il mio medico esclude cause oraganiche...insomma problemi cardiaci....ma su questo sono abastanza tranquilla poichè mi compaiono solo ed esclusivamente nei momenti o periodi di agitazione.
Volevo precisare un particolare: questo problema tra agitazione ed extrasistole ce l'ho in comune con mio fratello e le altre due mie sorelle...tutti e 4 somatizziamo l'ansia con l'extrasistole....
e nei momenti di particolare stress può comparire la tachicardia
...come a me la notte quando mi sveglio...
comunque anche i miei fratelli si sono tutti sottoposti a visite ed esami cardiologici e doppler risultati negativi...
...e tutti e 4 abbiamo o abbiamo avuto attacchi di panico.
Tengo a precisare che abbiamo avuto tutti un'infanzia normale e abbastanza felice e che tra la più grande e la più piccola passano ben 16 anni................e che mio padre a nostra insaputa è stato malato di dap per 35 anni in modo grave. Presentava anche lui aritmie e tachicardie....insieme a sintomi mooolto più gravi che qui tralascio.
L'abbiamo capito quando iniziavamo ad essere grandicelli e questo non è stato un grande problema...almeno per me. Credo anche per loro non lo sia stato visto che poi è guarito...la minore non se n'è praticamente anagraficamente accorta dei problemi di papà.

Domanda, Shocked esclusi problemi familiari e sociali che non ci accomunano (la piccola finiva le elementari mentre la grande era già sposata) ed avendo tutti e 4 tutto sommato un'infanzia ed una pubertà normalissima...è possibile che il problema che ci accomuna sia puramente genetico?
Insomma che papà ci abbia tramandato qualcosa? ...almeno la somatizzazione dell'ansia? Question

_________________
Admin

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
latham
Site Admin


Registrato: 19/02/06 19:53
Messaggi: 670

MessaggioInviato: Gio Mar 23, 2006 4:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Ciao Mignia,

vorrei aggiungere che sono d'accordo per i suggerimenti che ti ha dato il_medico (almeno fino alla tisana Very Happy ). Però vorrei aggiungere che sono suggerimenti per il "fai da te", mentre se si vuole imparare il metodo per rilassarsi e curarsi nel più rapido tempo possibile, ci si può rivolgere con fiducia all'ipnosi, facendo psicoterapia ipnotica (praticata con chi è legalmente abilitato ad effettuarla).
_________________
Dr. Paolo D'Alessandro

_________________
Admin

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
latham
Site Admin


Registrato: 19/02/06 19:53
Messaggi: 670

MessaggioInviato: Gio Mar 23, 2006 4:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Minia
Citazione:
Vi ringrazio molto siete gentilissimi.
Si, ho sentito parlare di ipnosi....anche da mio padre,a suo tempo, il quale non ne ricavò alcun beneficio...ma questo non significa nulla con il mio caso......che è certo diverso e poi sono passati molti anni...
sarebbe interessante ma devo dire che mi spaventa un po'...che qualcuno insinui nella mia testa "pensieri" sostitutivi...mi mette molto a disagio il solo pensarlo...
forse il tutto è dettato dalla mia ignoranza in materia...dal fatto di conoscere l'ipnosi solo dalla tv e per sentito dire....
sa dove posso capire di più? Un sito...un libro...
grazie! Question

_________________
Admin

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
latham
Site Admin


Registrato: 19/02/06 19:53
Messaggi: 670

MessaggioInviato: Gio Mar 23, 2006 4:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Qual'è il livello di approfondimento che preferisci? Posso consigliarti testi per l'ipnosi clinica, per la terapia ipnotica, per l'autoipnosi, dal punto di vista delle teorie, dal punto di vista dell'efficacia, per il tipo di patologie che possono essere affrontate... Shocked

Il fatto è che sono stati scritti tantissimi testi sull'argomento, e se vuoi puoi farmi qualche altra domanda più precisa e magari ti indirizzo su un libro adatto...

_________________
Admin

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Disturbi Psicologici
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001 - 2005 phpBB Group
Theme ACID v1.5 par HEDONISM
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 1.465