Indice del forum Psicolife
il forum ufficiale di

www.Psicolife.com

Ipnosi, psicologia e psicoterapia a firenze
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Gelosia patologica?

 
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Disturbi Psicologici
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Ott 19, 2017 2:22 am    Oggetto: Ads

Top
Sere
Ospite





MessaggioInviato: Gio Ago 03, 2006 11:46 am    Oggetto: Gelosia patologica? Rispondi citando

Da un pò di tempo mio marito mi ossessiona con la sua gelosia. Prima l'avevo sempre considerata una maniera galante di farmi percepire il suo amore e di considerarmi "sua", ma ultimamente è diventato un persecutore.
Il problema è che non ho fatto niente che alimentasse in lui alcun sospetto e nemmeno ha motivo di esserè così geloso, visto che è l'unico uomo della mia vita ma non mi lascia un minuto senza controlli. Temo che sia dovuto al fatto che un nostro amico ha scoperto sua moglie, di 7 anni più giovane, a letto con un altro.
Da allora mio marito non è più lo stesso. Mi manda sms in continuazione, mi chiama ogni 30 min e diffida anche del tempo che passo con amici o al supermercato, cerca persino di mettermi in cotraddizione con le mie amiche sui tempi e su quello che facciamo quando usciamo in sua assenza.
Potrebbe essere malato di gelosia patologica?
Cosa mi consigliate di fare?
Grazie
Serena
Top
latham
Site Admin


Registrato: 19/02/06 19:53
Messaggi: 670

MessaggioInviato: Ven Ago 04, 2006 2:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

La gelosia è un costrutto sociale ed emozionale molto complesso e ben radicato nella nostra società occidentale tanto immersa nel definirsi attraverso gli oggetti e dal loro possesso.

In parte questo ragionamento è valido anche nei legami emotivi e in tutte le relazioni, avere un amico speciale restituisce l'idea di una esclusività che fa sentire tale legame come unico e insostituibile. Questo vale molto di più nei rapporti amorosi.

Quello che ci racconta sembra successivo ad una paura che ha slatentizzato timori tenuti a freno con estrema difficoltà, come se di colpo tutto quello che suo marito era riuscito a tenere sotto controllo trovasse ora una via attraverso la quale accedere e contaminare i pensieri su di lei e il suo amore.

Di per sè la gelosia è un elemento, se contenuto e ben gestito, presente in tutti i rapporti d'amore e che subisce innumerevoli fluttuazioni in funzione della corrspondenza del partner. Si prova gelosia all'idea di poter perdere l'oggetto del nostro amore, ed attraverso tale perdita dover immancabilmente rinunciare alle attenzioni ed ai contributi che il partner ci fornisce o è stato ingrado di darci.

Quando l'idea di poter perdere quanto faticosamente costruito e costantemente desiderato si instaura, come nel caso di suo marito, il pensiero razionale viene posto in secondo piano dinnanzi alla visione irrazionale e viscerale della paura. Tale paura genera sistemi di controlli e di verifica estremamente ossessivi che spesso mettono il partner in continua pressione (stress).

La richiesta di conferme e il lento e terribile sospetto che quanto da lei affermato non costituisca realtà genera nell'altro l'inevitabile desiderio di supervisionare ogni passo o respiro fatto. Per quanto sostenibile questo produce alla lunga un restringimento dell'autonomia del partner, in questo caso la sua Sere Wink , che può finire con il generare rancore o disinnamore.

I motivi sono molteplici e ne cito solo alcuni:
es.
a
1-L'essere accusata di atti o di relazioni inesistenti
2-di non credere alle parole e alle affermazioni nonostante l'evidenza
3-cercare informazioni verso terzi nonostante si sia già affermata la verità
4-essere pedinati o richiedere di passare più tempo in attività comuni a discapito di quelle personali (hobby, amicizie, ecc..)
5-Attribuzioni di relazioni intime anche nei confronti di amici o conoscenti o compagni/e di lavoro (con quello che ne può conseguire)

Il carico di tensione e l'impossibilità a comportarsi normalmente nonostante l'inesistenza di un contesto di tradimento porta il partner accusato di cercare la fuga dal rapporto o di ripiegare verso questo a prezzo della sua autonomia.

Quello che consigliamo e di riportare livello di inaccettabilità di questo terribile modo di vivere ad uno più "giusto" e rivedere la vostra relazione, al fine di non lasciar radicare eccessivamente comportamenti così pericolosi e inibenti; al contempo le consiglierei di attivarsi e di sollecitare in suo marito la necessità di elaborare il perchè e come ridurre tutta questa sospettosità e i timori che la vicenda del vostro amico hanno ridestato in lui.

_________________
Admin

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Disturbi Psicologici
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001 - 2005 phpBB Group
Theme ACID v1.5 par HEDONISM
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 0.044