Indice del forum Psicolife
il forum ufficiale di

www.Psicolife.com

Ipnosi, psicologia e psicoterapia a firenze
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Cefalea a grappolo e ipnosi

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Supervisioni e Casi Clinici
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Dic 11, 2017 11:23 am    Oggetto: Ads

Top
collega
Ospite





MessaggioInviato: Ven Apr 28, 2006 12:01 pm    Oggetto: Cefalea a grappolo e ipnosi Rispondi citando

Risoluzione di una grave cefalea a grappolo intrattabile.

Un paziente è stato inviato a me dal suo medico con la richiesta (prima telefonica e poi scritta) di procedere con urgenza al trattamento ipnoterapeutico della sua cefalea vasomotoria a grappolo. Tutto era iniziato circa dieci anni fa con un dolore facciale insorgente sul lato sinistro della gola, ma poi, con il passare del tempo, il male si è esteso alla guancia fino a raggiungere l'occhio e poi l'intero lato sinistro della testa. Ecco le parole del diretto interessato: "mi viene un attacco forte, e a quel punto l'occhio sinistro inizia a piangere, la bocca si riempie di bave, e la narice sinistra fa del muco liquido in continuazione. Il male è tremendo, e può venirmi ogni 2-3 giorni per 20 minuti, oppure a volte viene un'ora alla settimana. Prima che arrivi del tutto devo fare la puntura altrimenti sono 'fregato'. Mi stanno seguendo al centro cefalee di XYZ, e ormai anche le punture non bastano più, e così mi hanno dato il cortisone, ma come vede sono gonfiato nella pancia, e ho la faccia rossa, e il mio medico [quello che ha fatto la richiesta di ipnoterapia] dice che non posso più tollerare il cortisone a dosi così alte, però senza cortisone ho provato ma mi viene subito male. Il dottor ABC del centro cefalee di XYZ mi ha detto che ormai la cefalea sta cronicizzando, e l'unica soluzione è quella di operarmi e di tagliarmi i nervi nella faccia, ma io non voglio".
Questo signore ha deciso di fare sedute di 15-30 minuti di ipnosi. Dopo la prima seduta il dolore è rimasto assente per 4 giorni, ma quando la cefalea è ritornata, stranamente è poi cessata di colpo dopo 10 minuti, e senza lasciare alcuno strascico, contrariamente al solito. Dopo la seconda seduta l'intensità degli attacchi è diminuita, ma non la frequenza. Dopo la terza seduta, il paziente ha detto: "non sono mai stato bene come adesso, senza sentire male, neppure coi medicinali e il cortisone. Con oggi sono già 8 giorni che non sento male assolutamente. Non era mai accaduto". Dopo la quarta seduta questo signore ha avuto un solo attacco di soli 2 minuti nell'arco di 15 giorni, e con un dolore molto blando, solo qualche bava, e quasi nessun fastidio all'occhio. "Sono ormai diciassette giorni che non ho più male, e sto scalando il cortisone.. il medico dice che lo elimineremo del tutto entro breve tempo". Dopo la quinta seduta mi ha riferito di essere stato libero dal male dal 31 luglio al 12 settembre (niente dolore per ben 43 giorni), e di aver avuto male tre giorni di fila (12-13-14 settembre), dopo di che è stato benissimo dal 15 settembre fino al giorno della sesta seduta, il 22 ottobre, giorno in cui continuava a stare benissimo (38 giorni consecutivi di benessere).
Poi è stato rivisto il 19 novembre (dopo altri 27 giorni), e ha riferito di non aver avuto più assolutamente alcun dolore, per cui sono ormai 65 giorni di completa libertà dal dolore. Inoltre ha sospeso da tempo il cortisone, il carbolitio, gli analgesici iniettabili, e ogni altro farmaco. Nel frattempo il neurochirurgo del centro cefalee ha contattato questo paziente per l'intervento chirurgico, ma ha ricevuto questa risposta: "ho imparato l'ipnosi e adesso non ho più male e non prendo più medicine". Posso testimoniare che quest'uomo in effetti l'ipnosi l'ha imparata benissimo: infatti va in un'ipnosi intensa in soli 5-10 secondi e con istruzioni semplicissime. Catamnesi (follow-up): sono trascorsi in totale 137 giorni senza alcun dolore, poi c'è stata una mezz'ora di fastidio (1 febbraio) che però è passato spontaneamente, e senza lasciare strascichi. Il cliente è stato rivisto il 6 febbraio, ovvero il 143-esimo giorno di libertà da ogni farmaco. L'1 giugno il paziente ha riferito di aver avuto un accenno di dolore (di un quarto d'ora) nei giorni 20 e 21 maggio, dopo aver trascorso altri 107 giorni in totale assenza di sintomi dolorosi. Inoltre sono trascorsi 263 giorni di libertà completa dai farmaci.
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Supervisioni e Casi Clinici
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001 - 2005 phpBB Group
Theme ACID v1.5 par HEDONISM
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 2.147